Accueil > L’agenda > Scade il 6 marzo il termine per votare in Francia per le Europee

Scade il 6 marzo il termine per votare in Francia per le Europee

I residenti temporanei possono votare anche in Francia

Le prossime elezioni per il rinnovo del Parlamento Europeo si svolgeranno, per i cittadini Italiani, domenica 25 Maggio. Diverse sono le possibilità disponibili per esercitare il proprio diritto di voto.

Cittadini iscritti all’AIRE
I cittadini che non sono registrati nell’albo degli elettori del paese ospitante possono votare recandosi nei seggi italiani che saranno istituiti nelle sedi diplomatico-consolari nel paese estero di residenza. In tal caso si voteranno le liste e i candidati italiani.
Si ricorda che per le elezioni Europee non si vota per corrispondenza.
Gli stessi cittadini possono optare di votare direttamente in Italia.

Cittadini iscritti nelle liste elettorali francesi
I cittadini che sono registrati nell’albo degli elettori in Francia votano secondo le date e regole di voto e per candidati francesi. La data delle elezioni europee per la Francia è la stessa : il 25 maggio.
La data per potersi iscrivere alle liste elettorali locali è però scaduta il 31 dicembre scorso.

Cittadini temporaneamente residenti all’estero, non iscritti all’AIRE
I cittadini italiani temporaneamente residenti all’estero e non iscritti all’AIRE (ad esempio gli Erasmus), possono votare nel paese temporaneo di residenza recandosi nei seggi italiani che saranno istituiti nelle sedi diplomatico-consolari nel paese estero di residenza.
In tal caso si voteranno le liste e i candidati italiani.
Al fine di poter esercitare il proprio diritto di voto, tali cittadini devono fare esplicita domanda ai propri consolati territoriali di riferimento entro la data limite del 6 Marzo 2014.
La domanda su modulo del Consolato scaricabile dal sito può essere consegnata personalmente o inviata via posta, fax o mail. In questo caso va accompagnata da una copia non autentica del documento di identità. In ogni caso va allegata anche una dichiarazione del datore di lavoro o dell’Istituto in cui si svolgono gli studi oppure una “dichiarazione sostitutiva di atto di notorietà” cioè un’autodichiarazione il cui modello è anch’esso scaricabile dal sito del Consolato.

Il Consolato informa inoltre che “la richiesta di esercitare il diritto di voto nelle sezioni elettorali istituite dal Consolato comporta il temporaneo stralcio del richiedente dagli elenchi degli elettori presso il Comune di iscrizione elettorale”

Tutte le informazioni, sui siti dei consolati :
www.consparigi.esteri.it
www.conslione.esteri.it
www.consmarsiglia.esteri.it
www.consmetz.esteri.it
www.consnizza.esteri.it
www.constolosa.esteri.it